There are no translations available.

L'offerta formativa jazz oggi è ampia e propone molteplici soluzioni reperibili sia in abito pubblico (conservatori), sia nel circuito privato, tuttavia la mancanza generalizzata di metodo nella didattica ad opera di molti docenti, (in Italia si ritiene che la figura del grande musicista incarni quella dell'impareggiabile didatta), delude spesso l'utenza.
Ho vissuto sulla mia pelle questo disagio sia da allievo, ancor più da docente confrontandomi con istituzioni private e pubbliche carenti di programmazioni, manchevoli di tecnologie, strutture superate rispetto al tempo in cui vivono, tempo che richiede continui aggiornamenti e nuove soluzioni. La riqualificazione, dunque, risulta l'arma vincente insieme ai programmi, agli obiettivi e ai mezzi per centrali.  Il mio scopo è
1. il miglioramento dell'efficacia e dell'efficienza dell'insegnamento del docente.
2. il miglioramento dell'efficacia e soprattutto dell'efficienza (diminuzione dei tempi e delle energie) dell'apprendimento dell'allievo.

ITER FORMATIVO ED INFORMATIVO CORSO PIANO JAZZ:

  1. Colloquio in forma personale o telefonica, sugli obiettivi, sui mezzi e i metodi

  2. Programma chiaro, redatto in tutte le sue parti, consultabile e illustrato all'atto del colloquio

  3. Struttura lezione: nozione, messa in pratica, storicizzazione, discografia consigliata

  4. Supporti didattici via web, accessibili tramite account

  5. Scheda personale con programma svolto e grafico d'apprendimento mensile

  6. Incontro musicale mensile con due musicisti professionisti (contrabbasso-batteria)

  7. E-Learning



Alcuni professionisti che hanno frequentato il corso:

Lorenzo Paesani, Claudio Filippini, Diana Torto, Massimiliano Coclite, Alessia Martegiani, Bruno Marcozzi, Angelo Trabucco, Andrea Di Paolo, Massimiliano Berarducci, Abramo Riti, Sergio Prezioso

>INFO DETTAGLIATE SUL CORSO<
 
My status  |  www.marcodibattista.com Copyright © 2009  |  disclaimer