inserisci comunicato ! Archivio Comunicati
Mese precedente Mese successivo

Maggio 2019

02 Mag 2019

Leg'gio quartet il 16/5 a Garbagnate Mi Andrea Conta

Comunicato:
MILANO - Il secondo appuntamento di “Garbagnate in Jazz” è in programma giovedì 16 maggio alla Biblioteca Comunale (Corte Valenti, via Monza 12, ore 21, ingresso libero) con l’esibizione del Leg’gio quartet. Questa formazione è composta da quattro cantanti che hanno caratteristiche molto diverse tra loro ma che riescono a mettere le loro voci a disposizione di vari compositori, alternando parti solistiche a momenti d’insieme e improvvisazione e diventando “strumenti” duttili e sensibili nell’esecuzione dei vari repertori. Le vocalist che formano il quartetto sono Paola Milzani (che ha curato anche la direzione musicale), Caterina Comeglio, Elena Biagioni e Simona Zambetti, che saranno affiancate da Matteo Milesi (batteria), Michele Gentilini (chitarra), Giovanni Colombo (piano) e Marco Gamba (basso). “Arrange-us” è il loro nuovo progetto che include brani inediti scritti da diversi jazzisti italiani (Claudio Angeleri, Gianni Bergamelli, Gabriele Comeglio, Marco Gamba, Michele Gentilini, Emilio Soana e Giulio Visibelli).
Grazie alla sua duttilità vocale e ad una preparazione completa ed articolata, Paola Milzani spazia dall’ambito classico a quello jazzistico, senza trascurare la musica moderna. Caterina Comeglio (anche percussionista) si è esibita con artisti di caratura nazionale e internazionale, sia nell’ambito del jazz che della musica leggera, quali Bob Mintzer, Pee Web Ellis, Franco Ambrosetti, Roby Facchinetti, Sarah Jane Morris, Paola Folli, Massimo Lopez e Mika. Elena Biagioni, che oltre a cantare è docente di tecnica vocale e Ear Training presso il CDpM, il Centro didattico produzione musica di Bergamo, passa con disinvoltura dal jazz al gospel, dal pop al rock. Infine, Simona Zambetti non è nuova alle frequentazioni jazzistiche, sia con l’orchestra sia in piccole formazioni, e le sue doti le consentono di esprimersi nel segno delle grandi interpreti quali Ella Fitzgerald e Sarah Vaughan con personalità e talento.

 Email   WebSite

03 Mag 2019

L'Arcadia Trio in concerto al NOF di Firenze Fiorenza Gherardi De Candei

Comunicato:
Lunedì 6 maggio arriva a Firenze il tour dell'Arcadia Trio del sassofonista Leonardo Radicchi: dopo una esaltante serie di concerti insieme al trombonista Robin Eubanks (vincitore di 2 Grammy Awards), il trio - completato dal contrabbassista Ferdinando Romano e dal batterista Giovanni Paolo Liguori - continua a conquistare i palchi italiani con il nuovo album "Don't Call it Justice" uscito lo scorso febbraio per l'etichetta AlfaMusic (distr. EGEA Music/Believe digital). Il 6 maggio alle ore 22 la formazione salirà sul palco del club NOF (Borgo San Frediano 17r) per l'8a edizione della rassegna Mondieux Jazz, a ingresso gratuito.

 Email   WebSite

07 Mag 2019

Accademia Jazz Merano 10-14 luglio 2019 Ewald Kontschieder

Comunicato:
La 18a edizione dell'Accademia Jazz di Merano con i master class di Ray Anderson e Franco D'Andrea, si terrà dal 10-14 luglio. Seguirà concettualmente le fortunate edizioni precedenti, proponendo laboratori di strumento, ritmica, musica d’insieme e jam session per studenti, docenti, musicisti professionisti e amatori. All’insegna dell’arte dell’improvvisazione, jazzisti di tutti i livelli potranno confrontarsi con rinomati docenti italiani, europei, americani e africani. L'Accademia si svolge in stretta collaborazione con il 23 ° Festival MeranOjazz, che presenta parallelamente ai workshop, concerti al KIMM di Maia Bassa con grandi del jazz internazionale. D'Andrea, insieme a Ewald Kontschieder direttore artistico dei corsi e musicista dell'anno, terrà una master class. Questo si concentra sull'essenziale nella musica: "Fare musica con un intervallo". Dall'altra parte, Ray Anderson, guiderà sia una master class per trombone che una per musica d’insieme. Tra i docenti provenienti da 5 paesi c’è lo statunitense Drori Mondlak (batteria), ma anche musicisti noti a livello internazionale come Matthias Schriefl (tromba, ottoni), Pietro Tonolo (sassofono), Luca Mannutza (piano) e non per ultimo il musicista africano Mamadou Diabaté (Burkina Faso). Diabaté è un musicista mondiale nel senso migliore del termine: affronta tutti generi musicali con la mente aperta e con una grande capacità di coinvolgere altri musicisti. Diabaté si occuperà durante i corsi principalmente degli elementi ritmici. La vocalist Anna Lauvergnac dirige invece il corso di canto jazz. Ha ricevuto numerosi premi come cantante ed è conosciuta in Europa per la sua collaborazione a lungo termine con la Vienna Art Orchestra. A Merano ci sono anche corsi riservati ai giovanissimi partecipanti (tra 9 -16 anni). Quest’avventura musicale viva, vibrante e unica nel suo genere interculturale e plurilingue è resa possibile grazie alla collaborazione con la scuola di musica con la sede in XXX aprile.

 Email   WebSite

08 Mag 2019

GAIA JAZZ 2019 Sylvie Da Costa

Comunicato:
GAIAJAZZ VII EDIZIONE

Organizzazione a cura dell'Associazione Cultura Dotmob
in collaborazione con il comune di Portobuffolè
Direzione artistica: Antonio Farao’


Gaia Jazz come non l’avete mai sentita. Per la sua VII edizione il festival Gaia Jazz si avvale della direzione artistica del prestigioso pianista Antonio Farao’ proponendo un programma di 4 appuntamenti di altissimo valore artistico dal 08 al 29 giugno 2019. Artisti affermati e nuovi talenti si alterneranno nella splendida cornice di Portobuffolé dove da diversi anni il festival è riuscito a creare un atmosfera unica unendo musica di alta qualità e economia attraverso la partecipazione di importanti aziende del territorio.

Il borgo medievale sarà coinvolto in una serie di eventi, in cui suoni e degustazione sono la vetrina di una manifestazione eclettica e di alta qualità.

Antonio Faraò: “Ho voluto costruire un programma variegato per dar spazio a varie tendenze e generazioni della scena musicale jazz italiana."


08 GIUGNO - GV4
Serata New Talent
Giuseppe Vitale - tastiere
Riccardo Sala - sax tenore
Stefano Zambon - contrabbasso
Alfonso Donadio - batteria

15 GIUGNO - LUIGI BONAFEDE TRIO
Serata Italian Jazz Masters
Luigi Bonafede - piano
Mauro Battisti - contrabbasso
Ferdinando Farao’ - batteria

22 GIUGNO - CARLO ATTI QUARTET
Serata Italian Iazz Masters
Carlo Atti - sassofoni
Danilo Memoli - piano
Stefano Senni - contrabbasso
Enzo carpentieri - batteria

29 GIUGNO - LUCA JURMAN TRIO ESSENTIAL SOUL
Serata Italian Jazz Soul Masters
Luca Jurman - voce & piano
Federico Malaman - basso elettrico
Gabriele “Lele" Melotti - batteria

 Email  

CHARITY CAFÉ | 7-11 MAGGIO Carlo Cammarella

Comunicato:
CHARITY CAFÉ
LA PROGRAMMAZIONE
DAL 7 ALL'11 MAGGIO 2019
Via Panisperna 68
Inizio concerti ore 22:00
Ingresso 8 euro con prima consumazione


MARTEDI’ 7 MAGGIO h 21:00
ANDY'S CORNER
Classic Rock, Blues, Soul, Folk...

Andrea Angelini, Voce, Chitarra & Armonica


MERCOLEDI’ 8 MAGGIO h 22:00
BLUES JAM & FRIENDS
COORDINATA DA BLUES CORNER

Luca Vaglica, voce & armonica
Emiliano Caivano, chitarra
Frankie Rametta, basso
Mirko Teodori, batteria

Tutti i BluesMan e le BluesWoman sono invitati a salire sul palco del Charity

GIOVEDI' 9 MAGGIO h 22:00
DI DOMENICO | BRACCO | POETI
"JAZZ SONG" jazz | folk |bossa nova
Jazz Voice

Fulvia di Domenico, voce
Enrico Bracco, chitarra
Francesco Poeti, basso


VENERDI' 10 MAGGIO h 22:00
MICHAEL VITALI TRIO featuring
JUSTIN WERT & YUKA TADANO
Jazz Night

Michael Vitali, piano
Justin Wert chitarra,
Yuka Tadano, basso


SABATO 11 MAGGIO h 22:00
BREEZY RODIO TRIO
Blues Nght

Breezy Rodio, voce & chitarra
David Pintaldi, basso
Luciano Micheli, Batteria

 Email   WebSite

10 Mag 2019

JazzAroundYou FESTIVAL Gaetano Petronio

Comunicato:
Da sabato 25 maggio a domenica 14 luglio, tra i teatri e le piazze di Casalborgono, Cavagnolo, Chivasso Lauriano nasce Jazz Around You Festival, la nuova rassegna jazz del chivassese, promossa dall’Associazione Culturale Blu Room, che animerà l’estate con artisti della scena jazz nazionale e internazionale sotto la direzione artistica del chitarrista jazz Daniele Ciuffreda.

«La prima edizione di Jazz Around You vuole ampliare a tutto il territorio del Chivassese quello che fino al 2018 è stato il Chivasso Jazz Festival – commenta Daniele Ciuffreda – Per sottolineare la necessità di mettere in luce proprio le nostre eccellenze, sono stati ideati i quattro eventi denominati “Spotlight”, uno per ogni Comune aderente, che saranno da vetrina per i vari soggetti e realtà, creando così una manifestazione culturale eterogenea ed interdisciplinare. Jazz Around You è un progetto importante che dà il via ad un circuito che saprà accrescere l’offerta culturale musicale, rafforzare la collaborazione, la cooperazione ed accrescere la conoscenza delle straordinarie ricchezze che il nostro territorio offre.»

Jazz Around You è un progetto di Blu Room Associazione Culturale in partnership con l’associazione Alternative Karming, con il contributo dei Comuni di Chivasso, Cavagnolo, Casalborgone e Lauriano, del main sponsor del Festival a2a Gencogas, con il supporto degli sponsor SMAT Società Metropolitana Acque Torino, Colia Assicurazioni e Previdenza UnipolSai Assicurazioni, Consorzio Formazione Canavese in partnership con Consorzio Piemonte Jazz, Hotel Europa, Fai, Osteria La Voglia del Gruppo Lin s.r.l e XXL Cafè.

25 maggio
SAX CRIMES – Chivasso
2 giugno
TONY MATCH TRIO ft. SCOTT HAMILTON – Chivasso
8 giugno
TESSAROLLO/TAUFIC DUO – Chivasso
15 giugno
DANIELE TIONE/ALBERTO MANDARINI – Lauriano
22 giugno
DEBORAH CARTER – Chivasso
29 giugno
MICHELE FRANCESCONI TRIO – Cavagnolo
6 luglio
SIMONE LOCARNI QUARTET – Casalborgone
14 luglio
GIANNI CAZZOLA – Chivasso

 Email   WebSite

15 Mag 2019

Claudio Angeleri 5tet il 23/5 a Garbagnate (Mi) Andrea Conta

Comunicato:
MILANO - Si avvia alle battute finali la quarta edizione della rassegna “Garbagnate in Jazz”, manifestazione organizzata dall’assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Garbagnate Milanese e curata dal sassofonista Gabriele Comeglio. Dopo la performance di Tullio De Piscopo (che ha infiammato il pubblico in occasione della “Notte della batteria”, l’evento che ha inaugurato la rassegna) e l’esibizione del Leg’gio quartet, giovedì 23 maggio alla Biblioteca Comunale (Corte Valenti, via Monza 12, ore 21, ingresso libero fino a esaurimento posti) è in programma il concerto della formazione guidata dal pianista Claudio Angeleri, figura di spicco del jazz italiano. Angeleri presenterà “Blues is more”, il suo nuovissimo album pubblicato dall’etichetta Dodicilune.
Il disco, il ventesimo da leader, propone sette composizioni originali di Angeleri (che vanta una carriera quarantennale costellata di tante collaborazioni con importanti musicisti quali Charlie Mariano, Bob Mintzer, Franco Ambrosetti e Gianluigi Trovesi) e riletture di alcuni celebri brani (“Dance of the infidels” di Bud Powell, “A new world a comin” di Duke Ellington e “Monk’s dream” di Thelonious Monk e Jon Hendricks). Insieme al pianista bergamasco si esibiranno Gabriele Comeglio (sax), Marco Esposito (basso), Luca Bongiovanni (batteria) e Andrea Andreoli (trombone).
I progetti di Angeleri sono caratterizzati da una feconda vena compositiva che attinge alla grande tradizione del jazz e a diverse esperienze contemporanee, ora colte, ora popolari. Il blues, la salsa, il jazz modale e il funky sono alcuni degli ingredienti che si ritrovano nella sua musica.

 Email   WebSite

16 Mag 2019

E' uscito l'album Globetrotter di Luca di Luzio Fiorenza Gherardi De Candei

Comunicato:
E’ uscito “Globetrotter”: l’album del chitarrista Luca di Luzio prodotto da Jimmy Haslip, membro fondatore dei celebri Yellowjackets e vincitore di 2 Grammy Awards, noto anche per essere stato uno dei primi bassisti ad aver utilizzato il basso a 5 corde.
Da oltre un mese ai primi posti della classifica americana Roots Music Report tra gli album più trasmessi in radio, “Globetrotter” comprende 9 tracce: 2 omaggi – “Naima” di John Coltrane e “Sunshower” di Kenny Barron – più 7 brani scritti da Luca di Luzio coniugando melodia e groove.
Nel disco una grande lineup: lo stesso Jimmy Haslip al basso elettrico, Dave Weckl alla batteria, Max Ionata al sassofono, George Whitty alle tastiere e altri ospiti tra cui Alessandro Fariselli.



 Email   WebSite

Michele Francesconi presenta Seasons Michele Francesconi

Comunicato:
Michele Francesconi Trio | Seasons
Tre suites per piano trio

Michele Francesconi. pianoforte
Giulio Corini. contrabbasso
Luca Colussi. batteria

Musica di:
Marco Ponchiroli, Stefano Travaglini and Luca Dell'Anna


Saranno due le tappe in Romagna del tour di presentazione di Seasons, il nuovo progetto in trio del pianista Michele Francesconi, con Giulio Corini al contrabbasso e Luca Colussi alla batteria. La particolarità di questo lavoro è nella scelta di Francesconi di commissionare la composizione di brani originali a tre tra i migliori pianisti e compositori italiani attivi in ambito jazz, vale a dire Marco Ponchiroli, Stefano Travaglini e Luca Dell’Anna) per eseguirli poi in concerto e portarli, nei prossimi mesi, su disco.

Sabato 18 maggio, alle 19, il trio si esibirà al Centro Mousiké di Ravenna, al termine di una giornata tutta dedicata al jazz: alle 14, infatti, si terrà il seminario di Laura Avanzolini e, a seguire, la presentazione di “Pianoforte Complementare in stile Pop Jazz”, volume di Michele Francesconi.

Domenica 19 maggio, alle 17, il trio suonerà a Faenza all'Auditorium Palazzo degli Studi, per l'Associazione Gli Amici dell'Arte: il concerto sarà presentato da Rosarita Berardi che ha scritto un saggio sulle stagioni, apposta per l'occasione.

Il tour di presentazione di Seasons ha preso il via, mercoledì 15 maggio a Trieste, con un concerto alla Casa della Musica, ed è proseguito a Pordenone, giovedì 16 maggio. Venerdì 17 maggio, invece, c’è stato il primo “approdo” romagnolo con un house concert a Sant’Arcangelo di Romagna. Dopo i concerti a Ravenna e Faenza, la prossima data in programma vedrà il trio tra i protagonisti del festival Jazz Around You a Cavagnolo, sabato 29 giugno.

 WebSite

17 Mag 2019

Concerto Dreamin Teatro Massimo Palermo 20 maggio Antonella Maurer

Comunicato:
Il 20 maggio 2019, ore 19,00 si terrà al Teatro Massimo di Palermo, sala ONU (ingresso libero) un concerto per la presentazione del nuovo progetto musicale originale di jazz contemporaneo Dreamin' di Antonella Maurer & Mezz (Nino Mezzapelle). Il gruppo si avvale di musicisti jazz affermati quali Pietro Iodice alla batteria, Gaspare Palazzolo ai sax, Marcello Zini alla chitarra elettrica, Nino Mezzapelle al contrabbasso e Antonella Maurer alla voce. Al concerto parteciperanno inoltre i Professori dell'Orchestra del Teatro Massimo di Palermo.
Dreamin’ è un percorso narrativo che esprime nella musica originale del compositore siciliano Nino Mezzapelle e nei testi scritti dalla cantante Antonella Maurer, sonorità dalle memorie classiche ed echi etnici caratterizzati da un feeling schiettamente jazzistico. L’autore, contrabbassista, pone il suo strumento in dialogo e in contrappunto con le altre voci, con archettati radenti su cui si innesta il pizzicato dal gusto impressionistico venato di jazz, conferendo atmosfere talvolta quasi surreali, ma sempre differenti, ad ogni pezzo.

 Email  

18 Mag 2019

Pescara Jazz 2019 (1) Pescara Jazz

Comunicato:
Cinquant'anni e non sentirli. Il Pescara Jazz, nato nel 1969, arriva al mezzo secolo di vita e lo fa unendo il rispetto del suo luminoso passato, alla grinta che serve per stare al passo con i tempi. È questo il mix in cui crede Angelo Valori, direttore artistico, che per prima cosa ringrazia con autentica emozione Lucio Fumo “per la sua passione e per l’impegno decennale”.  

Palcoscenico tra i più importanti d’Europa, il Pescara Jazz inaugurerà il suo cinquantennale lunedì 8 luglio con un programma che prevede quindici concerti consecutivi fino al 22, più una coda di tre date: 24 e 28 luglio e il 9 agosto, gran finale con Fiorella Mannoia - Personale tour 2019 (biglietti 65, 55 e 46 euro).

Tanti i big in programma: dalla cantante statunitense Dee Dee Bridgewater (il 19 luglio), al sassofonista americano Joshua Redman (il 20 luglio), al bassista camerunense Richard Bona (il 17 luglio) al chitarrista Robben Ford (l’11 luglio con il Lorenzo Tucci trio, feat. Karima. Biglietti 34.50, 28.75 e 18 euro). In calendario anche il concerto Una noche por Paco (con Antonio Sanchez sexteto e il cuarteto flamenco di Chano Dominguez, il 13 luglio. Biglietti 35, 30 e 25 euro).

Ma la vera sorpresa di questa edizione è Jacob Collier (il 21 luglio). Cantante, polistrumentista, producer, fenomeno rivelazione del jazz contemporaneo, celebrità su YouTube, pupillo di Quincy Jones (leggendario produttore di Michael Jackson).

«Come si evince dal programma, grande attenzione è data alla vocalità e alla canzone - afferma il direttore artistico, Angelo Valori. Pur conservando la parte più strettamente jazz infatti, il festival si amplia con la sezione Pescara Jazz&Songs che mette al centro la forma-canzone quale strumento di comunicazione e innovazione dei linguaggi, dei costumi e della storia di una società.»

 Email   WebSite

Pescara Jazz 2019 (2) Pescara Jazz

Comunicato:
Questo spiega anche la presenza in cartellone di altri nomi di spicco come Giuseppe Anastasi che l’anno scorso ha ricevuto la Targa Tenco per la Migliore opera prima con l’album Canzoni ravvicinate del vecchio tipo (l’8 luglio, concerto di apertura, biglietti 15 e 10 euro) e Bungaro più volte ospite del Festival di Sanremo, a Pescara con Maredentro tour (il 10 luglio, biglietti 15 e 10 euro).

Coinvolti anche tanti jazzisti italiani: come Bepi D’Amato e Tony Pancella (il 22 luglio, biglietti 15 e 10 euro), Flavio Boltro e Stefano Di Battista feat. del gruppo di Maurizio Rolli, Rolli’s Tones II (stesso giorno) e Ada Montellanico quartet (il 9 luglio), che con Tencology ripropone molte canzoni del repertorio tenchiano più alcuni inediti con arrangiamenti jazz (biglietti 15 e 10 euro).

Non mancano le riconferme: il Pescara Jazz Club all’aperto (14, 15 e 16 luglio) e i Pescara Jazz Messengers. Due scelte che puntano a rendere più attuale il festival. Si tratta infatti di un’operazione di allargamento del pubblico tramite l’organizzazione di tre concerti gratuiti nel cuore della città, nella bellissima isola pedonale di piazza Muzii, e della valorizzazione degli Under35, in linea con il trend europeo attento al ricambio generazionale. Il progetto Pescara Jazz Messengers presenta infatti giovani musicisti scelti tra studenti e neodiplomati dei migliori conservatori e college italiani ed europei, tra questi il conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. Prenderà il via a settembre, inoltre, la collaborazione con la neonata associazione Il jazz va a scuola.

 Email   WebSite

Pescara Jazz 2019 (3) Pescara Jazz

Comunicato:
Non è da meno l’attenzione che Angelo Valori continua a porre nei confronti delle produzioni sinfoniche e che quest’anno vede protagonisti l’Orchestra Sinfonica Abruzzese con Michele Corcella ed il trio di Enrico Pieranunzi in una produzione originale (musiche di John Lewis con arrangiamenti di Corcella, il 18 luglio). 

Rientra infine nel quadro delle iniziative messe in campo per il cinquantennale, la pubblicazione di un volume fotografico celebrativo impreziosito dai saluti di Ted Gioia, il più importante storico del jazz al mondo, Jan Ole Otnæs presidente Europe Jazz Network, Corrado Beldì, presidente I-Jazz, Paolo Fresu presidente della Federazione nazionale Il Jazz Italiano.

Anche quest’anno, infine, il Pescara Jazz è inserito all’interno del PeFest, cartellone artistico multidisciplinare che sta registrando risultati lusinghieri, in continua crescita, con percentuali in aumento del 20% sugli incassi e sul pubblico pagante.

Per quanto riguarda i biglietti, sarà previsto un abbonamento al teatro monumento D’Annunzio (palcoscenico principale, all’aperto, sul Lungomare Colombo, 122) a 100€, per le date dal 17 al 21 luglio. E prezzi popolari per i singoli concerti: in media dai 30€ della poltronissima ai 20€ della gradinata, con ridotti fino a 10€. Sarà coinvolta anche l’arena del porto turistico Marina di Pescara per alcuni dei concerti in programma (abbonamento arena a 30€). I concerti sono annunciati per le 21.15, biglietti presto disponibili online.

 Email   WebSite

I finalisti del Premio Internaz. Massimo Urbani Musicamdo

Comunicato:
La direzione artistica del P.I.M.U. – Premio Internazionale Massimo Urbani ha il piacere di comunicare i nominativi dei musicisti che hanno superato la fase di selezione e sono stati ammessi alla fase finale dell’edizione 2019 che avrà luogo nei giorni 29 e 30 Giugno a Camerino (MC)

Andrea Cardone, sax alto
Federico Calcagno, clarinetto basso
David Stingaciu, sax alto
Antonio D’Agata, chitarra
Elias Lapia, sax alto
Vittorio Cuculo, sax alto
Matteo Zecchi, sax tenore
Mattia Parissi, pianoforte
Simona Trentacoste, voce
Federica Lorusso, pianoforte*

* borsista scelta da Nuoro Jazz

 Email   WebSite

21 Mag 2019

Enrico Rava Cavaliere della Repubblica Italiana Guido Gaito

Comunicato:
Un riconoscimento che aggiunge ulteriore valore a questo anno particolare, celebrato dall’artista con il tour mondiale Enrico Rava 80th Anniversar – Special Edition, iniziato ad aprile e organizzato per festeggiare il suo ottantesimo compleanno, che compirà il prossimo 20 agosto. Nelle numerose date che toccheranno, oltre all’Italia, anche Belgio, Germania, Lussemburgo, Polonia, Stati Uniti e Argentina, Enrico Rava ha voluto raggruppare i musicisti che più gli sono stati vicino negli ultimi anni, per rivisitare i brani più significativi della sua carriera, rivisti in un’ottica odierna e interpretare nuove composizioni scritte per questa occasione.

L’Onorificenza italiana si aggiunge ad altre ricevute negli anni passati all’estero. Infatti, Enrico Rava è stato nominato anche Chevalier des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura francese e Doctor in Music Honoris Causa alla Barkleee School of Music di Boston. Infine, è cittadino onorario della città di Atlanta in Georgia.

Sono passati ormai più di 50 anni da quando Enrico Rava apparve, dapprima sulla scena italiana e poi in quella mondiale, collaborando con artisti del calibro di Gato Barbieri e Steve Lacy, con cui passò una breve stagione a Buenos Aires insieme ai sudafricani Johnny Dyani e Louis Moholo. Poi venne il lungo soggiorno a New York dove collaborò con artisti come Roswell Rudd, John Abercrombie, Cecil Taylor, tra i tanti. Negli anni settanta il rientro in Italia e un inanellarsi di concerti e dischi con i gruppi a suo nome, l’incontro con l’Opera, da lui rivisitata in due splendidi album e quello con il Pop di Michael Jackson, la sua predisposizione a scoprire giovani talenti: nel corso degli anni Massimo Urbani, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Giovanni Guidi, Francesco Diodati. E le collaborazioni con tanti artisti tra cui: Lee Konitz, Pat Metheny, John Scofield, Dave Douglas, Geri Allen, Philip Caterine, Tomasz Stanko, Michel Petrucciani, Joe Lovano.

 Email  

24 Mag 2019

Atessa Musica e Motori Serena Giannico

Comunicato:
Il 31 maggio e primo giugno appuntamento con “Atessa Musica e Motori”

Dal “Village Fca” al museo diffuso di auto d'epoca. E poi intrattenimento, veicoli in mostra, concerti. C'è attesa per la nuova edizione di “Atessa Musica e Motori” che si svolgerà il 31 maggio e il primo giugno prossimi nel cuore di Atessa. L'appuntamento è promosso dal Comune. “Un'iniziativa – spiega l'assessore allo Sport e ai Grandi eventi, Vincenzo Menna – che sposa il divertimento con la vocazione di un territorio, quello della Val di Sangro: non solo distretto automotive, ma realtà in cui la cultura delle due e quattro ruote è profondamente radicata nel tessuto sociale”. Per questo Atessa, da sempre, è anche nella rete dell'Anci delle “Città dei motori”.
Si comincia venerdì 31 alle 21.30, con “With love”, concerto en plein air del Greta Panettieri Quartet. Sabato primo giugno, invece, il centro storico si animerà dal mattino con l'esposizione di mezzi del colosso Fca, anche con i mezzi realizzati in Sevel. Quindi largo alle macchine d'epoca, dei soci del Club Frentano Ruote Classiche, coccolate dai loro proprietari. Non mancheranno le prove auto con le Alfa Romeo modelli Stelvio e 4C e a sera, alle 21.30, il concerto del Gegè Telesforo Quartet.
La direzione artistica dell'evento è di Max Ionata, uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea, che in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo grandi successi in Italia e all'estero. Ha all'attivo la pubblicazione di oltre settanta dischi e collaborazioni con musicisti italiani ed internazionali, risultando uno degli artisti italiani più apprezzati all'estero, in particolare in Giappone dove gode di notevole fama.

 Email  

25 Mag 2019

JAZZaltro: Pieranunzi a Olgiate (Va) il 26/5 Andrea Conta

Comunicato:
OLGIATE OLONA (VA) - Dopo l’evento speciale (una maratona tra poesia, musica, danza, teatro, cabaret e reading nel segno della convivenza pacifica tra i popoli) di domenica scorsa che ha inaugurato la decima edizione, entra nel vivo JAZZaltro, la rassegna che dal 2010 porta i suoni del mondo lungo l’asse della S.S. Sempione e del fiume Olona, tra la provincia di Varese e quella di Milano.
Domenica 26 maggio, sempre al Cinema Teatro Area 101 di Olgiate Olona (inizio live ore 21; ingresso 15 euro; biglietti in vendita su www.ciaotickets.com; per info e prenotazioni: management@abeatrecords.com) è in programma un appuntamento che non è esagerato definire imperdibile, un vero e proprio concerto-evento con quattro protagonisti della scena jazz internazionale: il pianista Enrico Pieranunzi, il vibrafonista Andrea Dulbecco, il contrabbassista Luca Bulgarelli e il batterista André “Dédé” Ceccarelli presenteranno il loro ultimo progetto, ispirato alla figura di Michel Legrand, il grande compositore, arrangiatore e pianista francese recentemente scomparso. Insieme a loro, come special guest, si esibirà la cantante Simona Severini.
Enrico Pieranunzi è da tempo uno dei protagonisti più noti della scena jazzistica europea. Pianista, compositore e arrangiatore, ha vinto tre volte il referendum Top Jazz (come miglior musicista italiano nell’annuale referendum indetto dal mensile specializzato “Musica Jazz”), il Django d’Or francese nel 1997 come miglior musicista europeo e l’Echo Jazz Award 2014 in Germania come Best International Piano Player. Molte sue composizioni (tra cui “Night Bird”, “Don’t forget the poet”, “Les Amants”, “Fellini’s Waltz” e “Je ne sais quoi”) sono diventate veri e propri standard suonati e registrati in tutto il mondo. Pieranunzi è, inoltre, l’unico musicista italiano ad aver inciso un disco dal vivo al Village Vanguard di New York, il tempio del jazz americano.

 Email   WebSite

29 Mag 2019

Rita Marcotulli nominata Ufficiale dellaRepubblic Fiorenza Gherardi

Comunicato:
E’ una delle artiste italiane più illustri, e per i suoi innumerevoli meriti in ambito musicale il Presidente Sergio Mattarella le ha conferito l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: è Rita Marcotulli, pianista e compositrice di grande talento ed eleganza. Prima donna ad aver vinto un David di Donatello per la miglior colonna sonora (nel 2011, per “Basilicata coast to coast”), annovera tra gli altri suoi riconoscimenti il Ciak d’oro, il Nastro d’Argento e le due vittorie al Top Jazz della rivista Musica Jazz prima come miglior talento emergente e poi come miglior talento italiano.

Già ufficializzata, la prestigiosa nomina di Ufficiale della Repubblica Italiana sarà ulteriormente suggellata il 1 giugno al Quirinale con la sua partecipazione al ricevimento per la Festa della Repubblica.

 Email   WebSite

30 Mag 2019

22.22 Free Radiohead: Paolo Angeli in Argentina Paolo Angeli

Comunicato:
22.22 Free Radiohead: al via il tour di Paolo Angeli in Argentina.


“Decido sul palco quale sarà la scaletta della serata, basata su oltre cinque ore di repertorio. Sicuramente il perno del concerto sarà 22.22 Free Radiohead, ma darò risalto alle musiche a me più care, che hanno caratterizzato con continuità i tour intercontinentali degli ultimi tre anni, con materiali inediti e rivisitazioni della tradizione sarda, cuore pulsante del mio processo creativo”

Paolo Angeli arriva in Argentina per un ritorno atteso, a distanza di quattro anni dai concerti in solo del 2015. Questa volta il tour sarà dedicato al nuovo album 22.22 Free Radiohead, dedica alla band di Oxford ma, allo stesso tempo, gesto coerente di un musicista che sposta ancora una volta i margini per cogliere ampie zone di libertà. Nell’album Angeli ne rilegge la discografia in un'unico respiro, trasformando le canzoni in un'opera aperta. Siamo molto lontani da un'idea di cover e ci troviamo di fronte alla costruzione di una suite basata su una drammaturgia organica, in cui il repertorio della band è trasfigurato con un senso di libertà assoluta e innestato sulle composizioni inedite di Angeli. I brani diventano tasselli di un mosaico, arabeschi che decorano un portale tra occidente e oriente, con echi flamenco, jazz, arcate mediorientali e psichedelia. Un'elegante free music mediterranea, in cui l'avanguardia incontra il post-rock, e si alterna alla tessitura evocata da un nastro analogico che rimanda al paesaggio sonoro della Sardegna.

Il tour è stato inaugurato con successo al Kennedy Center di Washington e proseguirà per un biennio toccando tutti i continenti.

31 maggio CATAMARCA Teatro Girardi
1 giugno TUCUMÁN Auditorio Sala Hynes O´Connor
2 giugno JUJUY Cine Escuela Superior de Musica
4 giugno SANTA FÉ Auditorio Domingo F. Sarmiento
5 giugno SAN JUSTO Sala Polivalente de la Casa de la Cultura
8 Giugno BUENOS AIRES Usina del Arte

 Email   WebSite

31 Mag 2019

In uscita oggi Vesper and Silence di Roberto Bonat Studio Alfa

Comunicato:
Le molteplici anime del contrabbasso solo

In uscita oggi, 31 Maggio, il disco Vesper and Silence (Etichetta Parma Frontiere, distribuzione IRD) di Roberto Bonati. Dopo anni in piccoli e grandi ensemble, come interprete, improvvisatore e compositore, Bonati conquista la sua dimensione più intima e firma un album poetico ed intenso quanto coraggioso, per contrabbasso solo.

“Molti anni fa un amico mi invitò ad ascoltare una registrazione in cui suonavano due bassisti, Jimmy Garrison e Reggie Workman. Il brano era India, di John Coltrane. Da quel momento, dopo aver ascoltato quella musica ed essere entrato in contatto con quel suono, ho deciso che avrei suonato il contrabbasso. Uno di quei momenti in cui, se vogliamo ascoltare, possiamo cambiare il corso delle nostre vite. Da quel momento questo strumento è stato un importante e sincero compagno.”
Con queste parole Roberto Bonati ci racconta dell’inizio del suo rapporto con il contrabbasso, l’inizio di una lunga storia che lo vede oggi presentare Vesper and Silence, e condividere le proprie esperienze col pubblico, rendendolo partecipe di un viaggio emozionale in cui la musica non è solo veicolo, ma anche la fidata e insostituibile compagna di una vita.

Vesper and Silence è stato registrato dal vivo all’Abbazia di Valserena, una meravigliosa chiesa del XIII secolo ed è anche una dedica dell’artista al luogo che ha ospitato il concerto, un luogo molto speciale, con un suono affascinante ed evocativo: uno spazio in cui la musica si è rivelata, dove le note riecheggiano, in un percorso musicale nel quale improvvisazione e composizione si uniscono inscindibilmente. Un audace gioco non idiomatico che passa attraverso molteplici linguaggi, accoglie diverse tradizioni e ci conduce alla scoperta delle diverse anime dello strumento ma soprattutto, come dice Bonati, “alla rivelazione della mia anima”.

 Email  
.
Mese precedente Mese successivo