inserisci comunicato ! Archivio Comunicati
Mese precedente Mese successivo

Aprile 2019

02 Apr 2019

The Latin Quarters @ Rossini Jazz Club, Faenza Rossini Jazz Club

Comunicato:
Giovedì 4 aprile 2019, il Rossini Jazz Club di Faenza ospita il concerto di The Latin Quarters, formazione composta da Luca Gardini al sax contralto, Mario Accardo al pianoforte, Filippo Lucchi al basso elettrico e Gianluca Berardi alla batteria. La rassegna diretta da Michele Francesconi si presenta in questa stagione con due cambiamenti sostanziali: il Bistrò Rossini di Piazza del Popolo è il nuovo "teatro" per i concerti che si terranno di giovedì. Resta immutato l'orario di inizio alle 22. Il concerto è ad ingresso libero.

The Latin Quarters è un progetto avviato nel 2008 come laboratorio di musiche folkloriche dell'America Latina e isole caraibiche diretto da Filippo Lucchi, insegnante di chitarra e tres cubano, all'interno delle attività didattiche della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli. In seguito, il progetto si è sviluppato come formazione stabile che utilizza l'incontro delle armonie e del linguaggio del jazz con il folklore latinoamericano, come tratto caratteristico.

 WebSite

03 Apr 2019

rassegna Arsenico e vecchi castelli: jazz e gialli franco bergoglio

Comunicato:
Prosegue la rassegna Arsenico e Vecchi Castelli che si svolge nella biblioteca Silvio Grimaldi presso il suggestivo castello di Rivalta. Quattro appuntamenti,
tra marzo e giugno, raccontano le facce del noir utilizzando la musica preferita dagli autori di thriller di ieri e oggi. Ciascun incontro, curato dal saggista Franco
Bergoglio racconta un diverso genere di giallo, accompagnato da uno
strumento diverso. Il secondo appuntamento, dal titolo “I duri americani”, vede
alle chitarre El Bastardo Outlaw Picker, con una scaletta di suggestioni blues,
country e rock’n’roll (18 aprile ore 21.00, ingresso gratuito).
La rassegna Arsenico e Vecchi Castelli si svolge nella biblioteca Silvio Grimaldi
presso il suggestivo castello di Rivalta, nell’ambito del progetto “extra time”
promosso dall’Assessorato alla cultura di Rivalta con il sostegno della
Compagnia di San Paolo.

 Email   WebSite

04 Apr 2019

L'Arcadia Trio in concerto a Milano Fiorenza Gherardi De Candei

Comunicato:
Sabato 13 aprile il tour dell'Arcadia Trio del sassofonista Leonardo Radicchi farà tappa a Milano: dopo una splendida serie di concerti con special guest il trombonista (vincitore di 2 Grammy Awards) Robin Eubanks, il trio - completato dal contrabbassista Ferdinando Romano e dal batterista Giovanni Paolo Liguori - torna a calcare i palchi italiani per presentare il nuovo album "Don't call it Justice" uscito lo scorso febbraio con l'etichetta AlfaMusic (distr. EGEA Music/Believe digital). Il 13 aprile alle 21.30 la formazione sarà in concerto alla Corte dei Miracoli (via Mortara, 4).
Talentuoso ed eclettico musicista, uno dei più attivi e apprezzati a livello nazionale, Leonardo Radicchi ha scelto di percorrere una strada alternativa a quella di molti suoi colleghi: dopo gli eccellenti studi presso il Berklee College of Music di Boston, di cui è stato Student Ambassador con la sua band Creative Music Front, è tornato in Italia evolvendosi in una ricerca musicale parallela alla crescita della sua consapevolezza come individuo nella società civile. Le sue attività in ambito sociale, tra cui una lunga esperienza in prima linea con Emergency per il progetto Ebola (in Sierra Leone) e il progetto War Surgery (in Afghanistan), hanno contribuito a conferire un significato "politico" alla sua musica. Non attraverso uno schieramento partitico, ma con una maturata consapevolezza dell’ingiustizia sociale e delle contraddizioni da cui essa deriva.

 Email  

"A Vigevano Jazz" al via il 30 aprile Andrea Conta

Comunicato:
È tutto pronto per la quarta edizione di “A Vigevano Jazz”, rassegna in programma da martedì 30 aprile a sabato 18 maggio. In programma non solo esibizioni con jazzisti di primo piano della scena nazionale e internazionale (tra cui il sassofonista e clarinettista Bob Mintzer), ma anche workshop con alcuni artisti che prenderanno parte al festival, conferenze con i musicologi e concerti nelle scuole cittadine (martedì 30 aprile e venerdì 3 maggio), che arricchiranno l’offerta culturale della manifestazione. Tutto, come sempre, a ingresso libero.
L’inaugurazione è fissata per il 30 aprile: nell’auditorium San Dionigi (ore 21, ingresso libero) la Big Band Jazz Company diretta da Gabriele Comeglio (con Tazio Forte al pianoforte) proporrà un “Tributo al jazz italiano” e, in particolare, ad alcune grandi figure che, a onor del vero, non hanno mai avuto un adeguato riconoscimento del proprio valore artistico. Il primo omaggio riguarderà il contrabbassista e compositore Giorgio Azzolini (91 anni compiuti da poco), già membro del mitico quintetto Basso-Valdambrini, che ha inciso e suonato con nomi leggendari del jazz tradizionale, da Chet Baker a Billie Holiday, da Gato Barbieri a Stephane Grappelli. Si proseguirà con Attilio Donadio, grandissimo sassofonista (scomparso nel 1999) ed eccezionale arrangiatore e bandleader, nonché a lungo direttore dell’Orchestra della Radio Svizzera e collaboratore, tra gli altri, di Gorni Kramer, Armando Trovajoli, Gerry Mulligan e Chet Baker. In questo evento speciale non potrà mancare neppure un tributo a Bruno De Filippi, chitarrista ma soprattutto virtuoso dell’armonica cromatica. Anche De Filippi ha suonato con grandi artisti, tra cui Louis Armstrong, Bud Shank e Les Paul. La giornata inaugurale si concluderà con il ricordo del compianto Leandro Prete, già primo sax tenore dell’Orchestra Rai di Milano, musicista completo e versatile e docente di grande livello.

 Email   WebSite

A Vigevano Jazz: omaggio a Duke Ellington il 3/5 Andrea Conta

Comunicato:
Il secondo appuntamento di “A Vigevano Jazz” si svolgerà venerdì 3 maggio al Teatro Cagnoni (ore 21; ingresso gratuito ad inviti fino ad esaurimento posti; gli inviti si ritirano presso il teatro) con lo spettacolo “The Duke - Omaggio a Duke Ellington”, con la presenza sul palco anche dell’attore Tullio Solenghi. Sotto la direzione musicale di Gabriele Comeglio, l’Orchestra Città di Vigevano, la vocalist Caterina Comeglio e la Garbagnate Music Academy Jazz Ensemble eseguiranno alcune delle più note composizioni del grande pianista e direttore d’orchestra statunitense, di cui quest’anno ricorre il 120° anniversario della nascita. In questo concerto, Ellington, una delle figure musicali più importanti di tutto il Novecento, verrà raccontato, attraverso le sue stesse parole, dalla voce recitante di Solenghi. Quella di venerdì 3 maggio sarà una prima nazionale con arrangiamenti realizzati per l’occasione da Gabriele Comeglio, che non è nuovo a “incursioni” nel vastissimo repertorio del Duca.

 Email   WebSite

A Vigevano Jazz: “Marilyn in jazz” il 10/5 Andrea Conta

Comunicato:
Cambio di sede per il terzo concerto della rassegna "A Vigevano Jazz", in programma fino al 18 maggio a Vigevano (Pv): venerdì 10 maggio (ore 21, ingresso libero), alla Cavallerizza del Castello riflettori puntati sul progetto “Marilyn in jazz” con l’ensemble guidato dalla cantante Beatrice Zanolini e composto da alcuni più apprezzati musicisti della scena nazionale (Gabriele Comeglio ai sassofoni, Giulio Visibelli al sax e al flauto, Claudio Angeleri al pianoforte, Emilio Soana alla tromba, Riccardo Bianchi alla chitarra, Roberto Piccolo al contrabbasso e Marco Castiglioni alla batteria). Introdotto dal musicologo Maurizio Franco, lo spettacolo indagherà la sfera pubblica e quella privata di Marilyn Monroe, la diva per antonomasia: prima come donna, poi come attrice e infine come icona immortale attraverso storie esclusive, retroscena, canzoni del suo tempo e brani tratti dai suoi film più noti, eseguiti con inediti arrangiamenti jazz e swing. Ad unire i brani alcuni aneddoti originali per un coinvolgente “racconto musicale”, a cura dell’attore Nicola Stravalaci, ricco di emozioni, ironia e sorprese.
Finale con il botto, venerdì 17 maggio (sempre alla Cavallerizza del Castello e sempre alle ore 21), con il live del sassofonista e clarinettista Bob Mintzer, che insieme alla Jazz Company sarà impegnato in un omaggio al pianista e compositore americano Don Grolnick. Prematuramente scomparso, Grolnick, con cui Mintzer ha collaborato spesso, ha suonato con alcuni dei più grandi musicisti internazionali, da Gato Barbieri a George Benson, da Ron Carter ai Manhattan Transfer, da John Scofield a James Taylor. Il concerto di Vigevano celebrerà questo grande artista con l’esecuzione di alcune sue composizioni arrangiate per big band da Gabriele Comeglio in prima esecuzione assoluta.

 Email   WebSite

A Vigevano Jazz: tributo a Don Grolnick il 18/5 Andrea Conta

Comunicato:
Finale con il botto venerdì 17 maggio (Cavallerizza del Castello; ore 21, ingresso libero) per la rassegna "A Vigevano Jazz" con il live del sassofonista e clarinettista Bob Mintzer, che insieme alla Jazz Company sarà impegnato in un omaggio al pianista e compositore americano Don Grolnick. Prematuramente scomparso, Grolnick, con cui Mintzer ha collaborato spesso, ha suonato con alcuni dei più grandi musicisti internazionali, da Gato Barbieri a George Benson, da Ron Carter ai Manhattan Transfer, da John Scofield a James Taylor. Il concerto di Vigevano celebrerà questo grande artista con l’esecuzione di alcune sue composizioni arrangiate per big band da Gabriele Comeglio in prima esecuzione assoluta.

 Email   WebSite

A Vigevano Jazz: masterclass con Soana e Mintzer Andrea Conta

Comunicato:
Sono due le masterclass organizzate nell'ambito della rassegna "A Vigevano Jazz", entrambe ospitati nel Ridotto del Teatro Cagnoni (sempre alle ore 17), con due docenti d’eccezione: il primo workshop è in programma sabato 11 maggio con Emilio Soana, uno dei più talentuosi trombettisti a livello internazionale. Solista ispirato e dalla potente voce strumentale, Soana è stato prima tromba dell’Orchestra Rai di Milano, mentre oggi lo è della Civica Jazz Band di Milano, della Montecarlo Night Orchestra e, occasionalmente, di altre big band. Ha collaborato con notissimi jazzisti quali Gerry Mulligan, Art Farmer, Francis Boland, Harry Edison, Kenny Barron, Curtis Fuller, Ray Brown, Kay Winding e Clark Terry e con i principali musicisti italiani.
La seconda masterclass, sabato 18 maggio, è con il polistrumentista Bob Mintzer, solista versatile e completo ma anche grande orchestratore e arrangiatore. Nel corso della sua carriera Mintzer ha collezionato una serie di prestigiose collaborazioni, tra cui spiccano quelle con Tito Puente, Eumir Deodato, Jaco Pastorius e con diverse big band. Dal 1990, infine, è membro degli Yellowjackets, la più longeva e creativa fusion band della storia, con cui ha compiuto diversi tour mondiali e ottenuto ben nove nomination ai Grammy.

 Email   WebSite

05 Apr 2019

Patrizio Fariselli con Area Open Project al Blue N BKG Live

Comunicato:
PATRIZIO FARISELLI con AREA OPEN PROJECT

“100 GHOSTS” Live

Giovedì 18 Aprile 2019 – Blue Note Milano
Via Borsieri, 37 – inizio ore 21.00

Ingresso 25 euro in prevendita, 30 euro alla porta

Patrizio Fariselli ritorna con una nuova formazione live di altissimo livello, per presentare l'ultimo album "100 Ghosts", pubblicato da Warner Music nell'ottobre 2018 in contemporanea con la ristampa di "Area - 1978, gli dei se ne vanno, gli arrabbiati restano". Attivi dal 1972, gli Area - International POPular Group sono stati uno dei gruppi più amati di sempre; capaci di mettere d'accordo amanti del jazz, fan del rock progressivo ed appassionati di sonorità etniche, musica pop e avanguardia colta. Lo spirito di ricerca di Patrizio Fariselli in Area Open Project è la diretta continuazione di quello del gruppo storico e di grandissimi musicisti come Demetrio Stratos, Giulio Capiozzo, Ares Tavolazzi e Paolo Tofani. Pianista e compositore, Patrizio Fariselli è l'unico membro degli Area ad aver partecipato a tutte le lineup della band.Nel repertorio live si alternano brani dell'ultimo album “100 Ghosts”, classici degli Area e qualche sorpresa. Con Area Open Project, Patrizio Fariselli conduce il pubblico in un viaggio nello spazio e nel tempo, tra jazz e sonorità world reinterpretati con lo stile sperimentale tipico della band, attraverso atmosfere affascinanti e coinvolgenti, dove l’esotismo incontra l’inaudito.
voce: Claudia Tellini / basso: Caterina Crucitti / batteria: Giovanni Giorgi

Link utili: www.patriziofariselli.net
www.bkglive.com
https: //www.bluenotemilano.com/evento/concerto-area-open -project-18-aprile-2019-milano/

 Email   WebSite

10 Apr 2019

Allievi della Scuola Sarti @ Rossini Jazz Club Rossini Jazz Club

Comunicato:
Giovedì 11 aprile 2019, la stagione del Rossini Jazz Club si conclude con l’appuntamento affidato agli Allievi dei Corsi di Jazz della Scuola Sarti di Faenza. La rassegna diretta da Michele Francesconi si presenta in questa stagione con due cambiamenti sostanziali: il Bistrò Rossini di Piazza del Popolo è il nuovo "teatro" per i concerti che si terranno di giovedì. Resta immutato l'orario di inizio alle 22. Il concerto è ad ingresso libero.

Il Rossini Jazz Club rivolge ancora una volta lo sguardo alle nuove generazioni e ai musicisti che interpreteranno il jazz nel prossimo futuro. L'ultimo appuntamento della stagione del club faentino è dedicato ai giovani talenti emergenti del territorio e, in particolare, agli allievi dei corsi jazz della Scuola Sarti di Faenza.

I giovani musicisti avranno, così, l'occasione di esordire all'interno di un contesto prestigioso e sotto lo sguardo attento del pubblico della nostra rassegna. Una prova importante per misurarsi con il pubblico e con gli altri interpreti su un palco come quello del Rossini Jazz Club, all'interno di una rassegna apprezzata a livello nazionale per la qualità delle scelte musicali e per l'intenzione coerente di offrire un panorama sfaccettato e vitale della scena jazzistica italiana.

Il Bistrò Rossini è a Faenza, in Piazza del Popolo, 22.

 WebSite

Celano Jazz Convention 2019. Le Masterclass Jazz Convention Team

Comunicato:
Celano Jazz Convention torna in estate con la seconda edizione in programma dal 31 luglio al 3 agosto. I concerti e le masterclass della rassegna portano anche quest’anno a Celano alcuni dei nomi più importanti del panorama jazzistico nazionale. Il direttore artistico del festival, il chitarrista Franco Finucci, ha scelto di affiancare il percorso rivolto al pubblico, costituito dai concerti serali sul palco di Piazza San Giovanni, con le Masterclass dedicate ai giovani jazzisti, compiendo, in entrambi i casi, scelte di indiscusso livello. Celano Jazz Convention rinnova anche quest’anno la mediapartnership con il webmagazine Jazz Convention.

Ogni sera, poi, al termine dei concerti, l’Osteria degli Artisti ospiterà le jam session. Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito e, in caso di pioggia, si svolgeranno presso l’Auditorium Enrico Fermi.

Il percorso didattico voluto da Franco Finucci presenta una squadra di docenti di alto profilo, formata da Paolo Damiani (arrangiamento, composizione e orchestra aperta), Marco Di Battista (analisi delle forme), Max Ionata (sassofono), Umberto Fiorentino (chitarra), Elisabetta Antonini (canto), Luca Mannutza (pianoforte), Luca Bulgarelli (contrabbasso), Maurizio Rolli (basso elettrico), Marcello Di Leonardo (batteria) e Marcello Malatesta (sound engineering). Marcello Malatesta e Marco Di Battista condurranno anche il corso di tastiere elettroniche.

Le sessioni di lavoro sono organizzate in masterclass di strumento e seminari sull'improvvisazione, corsi singoli e collettivi. In questo modo, durante i giorni del festival, Celano diventerà una vera e propria cittadella del jazz, con la presenza di jazzisti già affermati e di giovani talenti che verranno a studiare insieme a loro.

La seconda edizione rappresenta così il naturale seguito del disegno avviato lo scorso anno dal direttore artistico Franco Finucci: un percorso di lunga gittata, capace di unire qualità musicale, accoglienza e promozione del territorio.

 Email   WebSite

12 Apr 2019

Ravenna Jazz 2019 Daniele Cecchini

Comunicato:
Ravenna Jazz 2019 sarà un festival dei contrasti: estetici (con la musica improvvisata chiamata a interagire con i suoni popolari e le musiche commerciali) e formali (si spazierà dai concerti in solo all’orchestra di 250 elementi). Il festival ravennate raggiunge la quarantaseiesima edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica, dal 3 al 12 maggio, con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino. Al Teatro Alighieri saranno riservati gli artisti di ampia notorietà (Massimo Ranieri, Paolo Fresu con Richard Galliano e Jan Lundgren, i New York Voices) oltre alla colossale produzione “Pazzi di Jazz” Young Project (con ben 250 baby musicisti sopra i quali svetterà la tromba solista di Enrico Rava).
Sotto il logo “Ravenna 46° Jazz Club” si ascolteranno proposte musicali ricercate e dalla forte caratterizzazione estetica, spesso di raro ascolto in Italia, ospitate in club e in piccoli teatri tra città e dintorni: Marc Ribot, Mark Lettieri, Yaron Herman, Rebekka Bakken, Yilian Cañizares, Lisa Manara. Tutti i pomeriggi, inoltre, i concerti ‘Aperitifs’ offriranno un ascolto ‘dissetante’ in attesa dei live serali. Ai chitarristi è invece rivolto il workshop di “Mister Jazz” tenuto da Mark Lettieri.
Ravenna Jazz è organizzato da Jazz Network con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura del Comune di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Informazioni
Jazz Network
tel. 0544 405666
info@jazznetwork.it
www.ravennajazz.org - www.crossroads-it.org - www.erjn.it

Ufficio Stampa
Daniele Cecchini
dancecchini@hotmail.com

Direzione Artistica
Sandra Costantini

 Email   WebSite

Ravenna Jazz 2019 programma Daniele Cecchini

Comunicato:
46° EDIZIONE
Ravenna, 3-12 Maggio 2019


Venerdì 3 maggio
MADONNA DELL’ALBERO (RA), BRONSON, ORE 21:30
MARC RIBOT SOLO

Sabato 4 maggio
LIDO ADRIANO (RA), CISIM, ORE 15:30-17:30
“Mister Jazz”
WORKSHOP di chitarra
con MARK LETTIERI

Sabato 4 maggio
LIDO ADRIANO (RA), CISIM, ORE 21:30
MARK LETTIERI
“Things of That Nature”

Domenica 5 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
MASSIMO RANIERI
“Malìa napoletana”

Lunedì 6 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
“Pazzi di Jazz” Young Project
ORCHESTRA DEI GIOVANI, ORCHESTRA DON MINZONI,
ORCHESTRA MONTANARI, CORO SWING KIDS & CORO TEEN VOICES
250 giovanissimi diretti da Tommaso Vittorini, Mauro Ottolini & Alien Dee
special guests ENRICO RAVA, MAURO OTTOLINI & ALIEN DEE
“Take the A Train”

Martedì 7 maggio
PIANGIPANE (RA), TEATRO SOCJALE, ORE 21:30
REBEKKA BAKKEN QUINTET
“Things You Leave Behind”

Mercoledì 8 maggio
LIDO ADRIANO (RA), CISIM, ORE 21:30
YARON HERMAN
“Songs of the Degrees”

Giovedì 9 maggio
RAVENNA, MAMA’S CLUB, ORE 21:30
LISA MANARA QUARTET + special guest ALESSANDRO SCALA
“L’urlo dell’africanità”

Venerdì 10 maggio
PIANGIPANE (RA), TEATRO SOCJALE, ORE 21:30
YILIAN CAÑIZARES
“Invocación”

Sabato 11 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
PAOLO FRESU / RICHARD GALLIANO / JAN LUNDGREN
“Mare Nostrum”

Domenica 12 maggio
RAVENNA, TEATRO ALIGHIERI, ORE 21:00
NEW YORK VOICES


Informazioni
Jazz Network
tel. 0544 405666
info@jazznetwork.it
www.ravennajazz.org - www.crossroads-it.org - www.erjn.it

Ufficio Stampa
Daniele Cecchini
dancecchini@hotmail.com

Direzione Artistica
Sandra Costantini

 Email   WebSite

16 Apr 2019

Jazzaltro 2019 Abeat Records

Comunicato:
19 maggio

Presentazione libro di Paolo Fresu

A seguire ARS 3 in concerto
Attilio ZANCHI, contrbabasso
Marco CASTIGLIONI, batteria
Mauro GROSSI, pianoforte
Olgiate Olona, AREA 101 | ore 10.15



26 maggio
Enrico Pieranunzi, Dedè Ceccarellì, Andrea Dulbecco, Luca Bulgarelli
Olgiate Olona, AREA 101 | ore 21



7/8/9 giugno
Tre giorni di festa immersi nell’epoca dello swing e del rockabilly
con Sugarpie and the Candymen, Elena e Lara Ferrari, il trio di Cris Mantello
Cassano Magnago, Fattoria/Ristorante Tommy Vitello


23 giugno
festa targata AFRICA
con Dudu Kuatè, Korabeat, Arsene Duevi
Olgiate Olona, Villa Restelli | ore 21

6 luglio
FLAMENCONTAMINA
Gallarate, Museo MAGA | ore 21

12 Luglio
Contest dedicato a giovani jazzisti
A seguire: concerto di Natalio Mangalavite, Monica Demuru, Adel Naim, Carlos Buschini
Castellanza, Viale Rimembranze | ore 21

13 Luglio
Jochen Rueckert Quartet con Mike Moreno chitarra, Matt Penman basso, Chris Cheek sax
Gallarate, Museo MAGA | ore 21

18 Luglio
Heloisa Lourenço (Luma) - voce,percussioni
Jacopo Jacopetti -sax,chitarra classica e percussioni
Marco Ponchiroli - pianoforte,piano elettrico,percussioni
Paolo Andriolo - basso elettrico,percussioni
Enzo Zirilli –Batteria,percussioni
Busto Arsizio, Palazzo Gilardoni | ore 21

20 Luglio
BARO DROM ORKESTRA
Fagnano Olona, associazione Calimali in valle | ore 21

31 agosto
QUARTETTO SE.GO.VI.O.
Salvatore Seminara chitarra
Stefano Gori flauto
Paolo Vignani fisarmonica
Gabriele Oglina clarinetto
Gorla Maggiore, Palazzo dell’Assunta | ore 21

28 settembre
TRIO AZUL
Attilio Zanchi, Fausto Beccalossi e Oscar Del Barba
Olgiate Olona, Hotel MooM | ore 21

 Email   WebSite

Nico Catacchio - Il nuovo Album "KINESIS&q uot Nico Catacchio

Comunicato:
IL NUOVO ALBUM DI NICO CATACCHIO
Lunedì 29 aprile 2019, alle ore 21.30, presso il Duke Jazz Club di via Pietro Giannone 16/B a Bari, sarà presentato ufficialmente Kinesis, pubblicato da Alfa Music, il nuovo album del contrabbassista barese Nico Catacchio, che per l’occasione guida un quintetto strepitoso:
Michele Carrabba - sax tenore, Fabrizio Savino - chitarra, Eugenio Macchia, Mimmo Campanale- batteria.
Sono nove i brani di Kinesis, dedicato alla memoria di Michael Brecker. Nove come quelli degli album del grande sassofonista: Tales from the Hudson (del 1996) e Pilgrimage (del 2006, l’ultimo, prima della sua scomparsa). Album di straordinaria complessità, per densità di composizione, peso musicale, energia, strati emotivi, «che mi hanno accompagnato per molti mesi, fino a decidere che quella era la strada da percorrere per una nuova session di registrazione», sottolinea Nico Catacchio.«Ho scritto la maggior parte della musica in una full immersion compositiva durata alcune settimane, appena prima della registrazione.
«Con questa musica, pensata con attenzione spasmodica ai particolari, e tuttavia realizzata di getto, vorrei donare la voglia di muoversi e andare – dichiara l’Autore nel libretto che accompagna il disco – e se lo scopo della musica è quello di dare emozioni per vivere meglio, io insieme a Michele, Fabrizio, Eugenio e Mimmo speriamo di avervi regalato qualcosa di prezioso e di autentico».

Trailer
https://youtu.be/66YrmF4-BDc

Conta tti
www.nicocatacchio.com
nico@nicocatacchio.com
www.facebook.com/nicocatacchiomusic

Ufficio stampa
+39 ‭338 8585333‬ (Stefania Mola)‬‬
stefania@nicocatacchi o.com

Booking
+39 329 2257034 (Mariella Cosoli)
mariella@nicocatacchio.com

Duke Jazz Club
https://www.facebook.com/Duke-Jazz-Club-40817173 0002375/
Ingresso su prenotazione
Ticket: euro 10

Info e prevendita
Il Pentagramma – Bari
tel. +39 080 5022002
cell. +39 375 5085604

 Email   WebSite

PREMIO MASSIMO URBANI, I SEMIFINALISTI (1) Emanuela Sabbatini

Comunicato:
La 23^ edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani si prepara alle seminifinali con i giovani jazzisti selezionati dalla commissione del concorso tra i quasi 150 iscritti all’edizione di quest’anno. Uno dei più importanti concorsi internazionali per solisti jazz fondato dal talent scout e produttore discografico della Philology Records Paolo Piangiarelli, con la direzione artistica e organizzativa di Musicamdo Jazz porterà al cospetto della giuria tecnica presieduta dal sassofonista Francesco Cafiso e della giuria critica formata dai giornalisti jazz delle maggiori testate nazionali di settore, i giovani musicisti scelti nelle tre tappe in programma a Torino, Roma e Poggiardo (Lecce).

Sono stati selezionati i seguenti musicisti: la violinista Anais Drago (26 anni, Graglia, Biella); i chitarristi Antonio D’Agata (28 anni, Campobasso) e Antonio Floris (26 anni, Mogoro, Oristano); i sassofonisti Andrea Cardone (16 anni, San Salvo, Chieti), Attilio Sepe (20 anni, Nola, Napoli), Davis Stingaciu (19 anni, La Spezia), Elias Lapia (23 anni, Siniscola, Nuoro), Giovanni Cigui (28 anni, Amsterdam), Lorenzo De Luca (28 anni, Vittorio Veneto, Treviso), Matteo Zecchi (21 anni, San Casciano in Val di Pesa, Firenze) e Vittorio Cuculo (25 anni, Roma); le cantanti Emanuela Di Benedetto (33 anni, Palena, Chieti), Francesca Simonis (28 anni, Salerno), Laura Giavon (26 anni, Tavagnacco, Udine) e Simona Trentacoste (24 anni, Palermo; il clarinettista Federico Calcagno (24 anni, Milano); i pianisti Elena Pisano (24 anni, Orroli, Sud Sardegna), Mattia Parissi (24 anni, Ascoli Piceno), Federico Frassi (22 anni, Calcinaia, Pisa), Francesco Pollon (25 anni, San Donà di Piave, Venezia) e Federica Lorusso (23 anni, Bari); il vibrafonista Igor Caiazza (37 anni, Cava De’ Tirreni, Salerno); il del cantante e contrabbassista Joy Grifoni (34 anni, Terni).

 Email   WebSite

PREMIO MASSIMO URBANI, I SEMIFINALISTI (2) Emanuela Sabbatini

Comunicato:
Il concorso, che nasce con lo scopo di onorare la memoria del leggendario sassofonista romano e individuare giovani jazzisti emergenti, contribuendo allo sviluppo della loro carriera artistica, quest’anno farà tappa a Torino il 26 aprile presso il Torino Jazz Club, a Roma il 1 maggio all’Alexanderplatz Jazz Club e il 4 maggio presso l’Associazione Culturale Oltretromba Jazz Club di Poggiardo, a Lecce, per poi concludersi con le finali del 29 e 30 giugno a Camerino. Accanto al sassofonista Francesco Cafiso, presidente di giuria di questa edizione, anche il batterista Massimo Manzi, il contrabbassista Massimo Moriconi, il pianista Andrea Pozza, il sassofonista Maurizio Urbani, fratello di Massimo, Simone Graziano, musicista e presidente di MIDJ, Daniele Massimi, presidente di MusiCamDo Jazz, Enrico Moccia, direttore artistico Fara Music Festival.

I premi per i quali concorreranno i partecipanti sono: il Premio Internazionale Massimo Urbani, con la registrazione, il mixing e il mastering presso il Tube Recording Studio e la promozione e distribuzione di un album a cura della Emme Record Label; il Premio Nuovo IMAIE secondo il quale, in ottemperanza ai requisiti di assegnazione del contributo concesso all’organizzazione da Nuovo IMAIE, al musicista sarà organizzato un tour di 8 concerti nei 12 mesi successivi; il Premio della Critica, al musicista individuato da una giuria di giornalisti specializzati e direttori artistici; il Premio Social, al musicista più votato dal pubblico del web; le borse di studio per i seminari di Nuoro Jazz e Fara Music Summer School.

 Email   WebSite

Tour europeo al via per i Floors Auand Press Office

Comunicato:
14.3 Katowice Polonia, SiXa
15.3 Roma Italia, B-49
20.3 London UK, Vortex
21.3 Mallorca Spagna, Jazz Club
22.3 Lugano Svizzera, Jazz In Bess
23.3 Marseille Francia, Le Jam
28.3 Madrid Spagna, Recolotes Jazz
29.3 Valencia Spagna, Jimmy Glass
30.3 Amsterdam Olanda, Bimhuis

Tour europeo e, subito dopo, un album in studio per la band formata da Francesco Diodati (chitarra), Francesco Ponticelli (contrabbasso) e Filippo Vignato (trombone), tre tra i più originali e innovativi jazzisti della nuova scena europea.

Il loro set a Umbria Jazz 2018 è stato tra le sorprese più osannate dalla critica internazionale. E ora per i Floors è tempo di mettersi in viaggio lungo le grandi città europee, grazie all’organizzazione di TAM/Eventi SCRL in collaborazione con Auand Records e Esound e al sostegno di MiBAC e di S.I.A.E. nell’ambito del programma “S’ILLUMINA”.

«Nonostante la strumentazione cameristica – dice Filippo Vignato – ci spingiamo versi territori che mettano in gioco i ruoli in modo anticonvenzionale. Le nostre sensibilità si completano tanto nell’improvvisazione libera, parte fondamentale del nostro linguaggio, quanto nell’aspetto compositivo».

Dal vivo l’approccio aperto della formazione è ancora più in vista. L’incontro fra i tre ha messo in relazione mondi sonori pronti a un confronto generoso: «Il sound è molto “materico” – spiega Francesco Diodati. Allo stesso tempo c’è un piano più etereo e minimalista: l’effettistica. Sto approfondendo le possibili convivenze di questi due mondi, in modo che risultino coerenti fra loro».

«Ognuno scrive per gli altri – aggiunge Vignato – pensando alle voci individuali e alla voce collettiva dell'ensemble. I piani, i floors, che si stratificano sono i nostri suoni e silenzi, rimescolati, alterati e rovesciati. Avvicinando il punto di vista, questi piani diversi diventano da un lato i suoni acustici, dall'altra i suoni elettrici ed elettronici: in contrasto o in sovrapposizione, mimetizzati uno nell'altro».

 Email   WebSite

Luigi Tessarollo Acoustic Trio feat. Cesare Mecca Stringsgame Management

Comunicato:
Luigi Tessarollo guitar
Cesare Mecca trumpet
Aldo Zunino double bass

Nuova formazione per Luigi Tessarollo in occasione del Torino Jazz Festival 2019.
Il trio schiera il noto chitarrista jazz Tessarollo (musicista che vanta una trentennale attività artistica e numerose pubblicazioni discografiche con Dado Moroni ,George Garzone, Stefano Bollani. E'docente di Chitarra Jazz al Conservatorio di Milano), il ventiduenne trombettista Cesare Mecca (già diplomato in tromba classica, vincitore di concorsi e awards tra cui la borsa di studio alle clinics di Umbria Jazz e selezionato per l’apertura di Umbria jazz Winter nel 2016) e Aldo Zunino al Contrabbasso (E’considerato all’unanimità, tra critici colleghi e pubblico, tra i massimi specialisti del proprio strumento oggi attivi sulle scene internazionali)

Per il concerto del 27 Aprile Tessarollo sceglierà un repertorio di seducenti standards per un pubblico sia profano che competente.

 Email   WebSite

17 Apr 2019

Elisabetta Guido trio l'8/5 a Milano Andrea Conta

Comunicato:
Parte da Milano il tour primaverile di Elisabetta Guido, apprezzata cantante e autrice jazz in arrivo dal Salento, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Renzo Arbore, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Ares Tavolazzi e Paolo Di Sabatino. Due le date in programma nel capoluogo lombardo: mercoledì 8 maggio l’artista pugliese si esibirà in trio con il pianista Yazan Greselin e il sassofonista Mirko Fait nell’elegante cornice dell’Arabesque Cult Store & Café di largo Augusto 10 (dalle ore 19.30 alle 22; ingresso libero), mentre giovedì 9 maggio inaugurerà la nuova rassegna “Jazz in Jardino” al ristorante 4cento di via Campazzino 14 (inizio live ore 21; ingresso libero) sempre in trio, con Gabriele Perrone al pianoforte e Mirko Fait al sax.
Il tour di Elisabetta Guido proseguirà poi nelle Marche (quando sarà di scena con Greselin, Fait e la star della tromba Flavio Boltro in veste di special guest il 12 maggio alla Tenuta Mara di San Clemente, in provincia Rimini, per un evento organizzato dall’associazione Wunderkammer Orchestra di Pesaro), a Lecce (con due concerti gospel in programma il 19 e il 28 maggio) e, infine, a Parigi (dal 26 al 30 giugno) con cinque spettacoli per l’associazione Les Baladines.
Tornando alle date milanesi, in occasione del concerto di mercoledì 8 maggio all’Arabesque Cult Store & Café, la cantante salentina proporrà evergreen del repertorio swing e della bossanova (da Duke Ellington a Cole Porter fino a Tom Jobim), ma anche brani di Chick Corea e Charles Mingus. Non mancheranno neppure alcune composizioni originali della vocalist pugliese, alcune delle quali sono il frutto del forte impegno nel sociale dell’autrice: saranno eseguiti infatti, fra gli altri, “Funkattivo”, che affronta il tema della violenza contro le donne e che è tratto da “The Good Storyteller”, il suo ultimo lavoro discografico, e “Non è mai un errore”, colonna sonora del cortometraggio omonimo di Lucia Fago sulla violenza di genere.

 Email  

Elisabetta Guido trio il 9/5 a Milano Andrea Conta

Comunicato:
MILANO - La seconda data del tour primaverile di Elisabetta Guido, apprezzata cantante e autrice jazz in arrivo dal Salento, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Renzo Arbore, Javier Girotto, Fabrizio Bosso, Ares Tavolazzi e Paolo Di Sabatino, è in programma giovedì 9 maggio a Milano: la vocalist pugliese inaugurerà la nuova rassegna “Jazz in Jardino” al ristorante 4cento di via Campazzino 14 (inizio live ore 21; ingresso libero) in trio, con Gabriele Perrone al pianoforte e Mirko Fait al sax.
La cantante pugliese eseguirà un repertorio che affianca ai classici del jazz e ad alcuni brani inediti anche arrangiamenti originali di celebri canzoni di Stevie Wonder. “Jazz in Jardino” si svolgerà ogni giovedì nel corso dei prossimi mesi e vedrà la partecipazione di alcuni importanti musicisti della scena nazionale, tra cui l’armonicista Max De Aloe (in duo giovedì 23/5 con il pianista Cesar Moreno) e il trombettista Marco Brioschi (in scena il 30 maggio con il chitarrista Luca Meneghello).
Grazie alla sua versatilità (è anche pianista, arrangiatrice, docente e direttrice di coro), Elisabetta Guido spazia con disinvoltura dal jazz al gospel fino al soul e non disegna incursioni nell’ambito della lirica. Nel suo ultimo album (“The Good Storyteller”, pubblicato dall’etichetta Dodicilune) spicca la presenza del sassofonista Roberto Ottaviano.

 Email  

18 Apr 2019

Garbagnate in Jazz: apre De Piscopo il 9/5 Andrea Conta

Comunicato:
Sarà Tullio De Piscopo, con l’evento intitolato “La notte della batteria”, il musicista chiamato a inaugurare la quarta edizione del festival “Garbagnate in Jazz”, in programma da giovedì 9 a mercoledì 29 maggio a Garbagnate Milanese. La manifestazione offrirà al pubblico quattro imperdibili concerti e la possibilità di incontrare il polistrumentista statunitense Bob Mintzer, tra i più apprezzati jazzisti della scena internazionale. Tutti gli appuntamenti, come sempre, saranno a ingresso libero.
Giovedì 9 maggio al Cinema Teatro Italia (via Varese 29; ore 21) De Piscopo condividerà il palco con la Jazz Company, la big band diretta dal sassofonista Gabriele Comeglio, direttore artistico della rassegna, e con altri due giovani batteristi (i solisti Marco Serra e Alessandro Casè). L’artista napoletano proporrà al pubblico un concerto antologico nel corso del quale rivisiterà la sua lunghissima carriera di straordinario solista e inimitabile showman. Gli spettatori ascolteranno brani per sola batteria, gli storici assoli di Tullio, pezzi di grande successo tratti dal suo repertorio pop e intramontabili standard jazzistici. Nel corso della carriera De Piscopo ha suonato con artisti di levatura nazionale e internazionale, spaziando tra i generi. Ha iniziato a suonare con i gruppi di Enrico Intra e Franco Cerri e, poi, con quelli di Gianni Basso, Oscar Valdambrini e Renato Sellani. Numerose le sue “incursioni” anche nell’ambito della musica leggera e della canzone d’autore: da Adriano Celentano a Mina, da Enzo Jannacci a Ornella Vanoni, da Roberto Vecchioni a Fabrizio De Andrè, da Giorgio Gaber a Domenico Modugno. Nel 1974 comincia a collaborare con il grande Astor Piazzolla. Ma, forse, il sodalizio più famoso è quello con Pino Daniele. La Jazz Company ha all’attivo collaborazioni con musicisti di caratura mondiale quali Franco Ambrosetti, Bob Mintzer, Lee Konitz, Randi Brecker, Dee Dee Bridgewater e Patty Austin.

 Email   WebSite

19 Apr 2019

New Conversations - Vicenza Jazz Daniele Cecchini

Comunicato:
Viaggiatori della musica, esploratori del jazz, scopritori di nuovi territori artistici: a loro è dedicata la ventiquattresima edizione del festival New Conversations - Vicenza Jazz in programma dal 9 al 19 maggio e intitolata “Oltre le colonne d’Ercole, alla ricerca di una nuova luna”. Un tema che suggerisce grandi e inaspettati traguardi concertistici, quali infatti se attendono da un cartellone che spazia dalla somma divinità della musica cubana (Chucho Valdés) ai campioni del jazz italiano (Paolo Fresu, Mauro Ottolini e Fabrizio Bosso), da prime assolute di grande spessore storico (Enrico Rava-Michel Portal-Ernst Reijseger-Andrew Cyrille) a una sorta di notte degli Oscar jazzistici (con un poker di vincitori del Top Jazz 2018), da nomi di riguardo del jazz moderno e contemporaneo (Uri Caine, Peter Erskine, Shai Maestro, David Virelles e Ambrose Akinmusire) all’apertura popolare con gli Aretuska di Roy Paci.

Oltre che sul piano artistico, il programma di Vicenza Jazz (affidato alla direzione del suo fondatore Riccardo Brazzale) punta a raggiungere dimensioni da Guinness dei primati anche sul fronte quantitativo: una kermesse colossale, con oltre 150 eventi. L’intera città offrirà i suoi spazi alla musica, dai teatri alle chiese, le piazze e le strade, i palazzi antichi e i musei, gli innumerevoli jazz club e i tantissimi locali. Musica a tutte le ore, anche ‘piccole’.

Il programma completo è consultabile su www.vicenzajazz.org

Il Festival New Conversations – Vicenza Jazz 2019 è organizzato dal Comune di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, in coproduzione con Trivellato Mercedes Benz e in collaborazione con il Bar Borsa.

 Email   WebSite

New Conversations - Vicenza Jazz programma Daniele Cecchini

Comunicato:
9 maggio
Auditorium Fonato di Thiene, ore 21
CLAUDIO FASOLI ENSEMBLE

10 maggio
Teatro Comunale - Sala Maggiore, ore 21
CHUCHO VALDÉS - JAZZ BATÁ

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Five Miles More - Tribute to Miles Davis

11 maggio
Piazza dei Signori, ore 21
ROY PACI & ARETUSKA

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
selezione di vinili

12 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
URI CAINE TRIO

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Barionda

13 maggio
Teatro Comunale - Sala del Ridotto, ore 21
PETER ERSKINE & THE DR. UM BAND

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Dejan Terzic

14 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
PAOLO FRESU

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Cristiano Arcelli

15 maggio
Teatro Comunale - Sala del Ridotto, ore 21
MAURO OTTOLINI & FABRIZIO BOSSO

16 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
SHAI MAESTRO TRIO
DAVID VIRELLES & AMBROSE AKINMUSIRE

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Black Art Jazz Collective

Cimitero Acattolico, ore 24
TRIO AMMENTOS & DIANA TORTO

17 maggio
Teatro Comunale - Sala del Ridotto, ore 21
TOP JAZZ NIGHT
FEDERICA MICHISANTI HORN TRIO
FRANCO D’ANDREA
LYDIAN SOUND ORCHESTRA diretta da Riccardo Brazzale featuring AMBROSE AKINMUSIRE

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Alan Farrington No Smoking Quartet

Cimitero Maggiore, ore 24
GABRIELE MIRABASSI TRIO + ERNST REIJSEGER

18 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
ENRICO RAVA-MICHEL PORTAL-ERNST REIJSEGER-ANDREW CYRILLE

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Ferenc Nemeth Trio

19 maggio
Teatro Olimpico, ore 21
JORGE ROSSY & PEDROLLO CLINIC ENSEMBLE
PIETRO TONOLO

Jazz Café Trivellato - Bar Borsa, ore 22
Final Jam Session

*

Direzione artistica: Riccardo Brazzale

Ufficio Stampa: Daniele Cecchini
dancecchini@hotmail.com

Informazioni

0444 324442
vicenzajazz@tcvi.it - biglietteria@tcvi.it
www.vicenzajazz.org

 Email   WebSite

20 Apr 2019

Tessarollo Zunino Repola Jazz Trio Stringsgame Management

Comunicato:
JAZZ DAY 2019
Anteprima Andora Jazz Festival 2019
Andora 30 aprile 2019
Palazzo Tagliaferro – h 21



Luigi Tessarollo, tra i chitarristi più versatili e creativi delle ultime generazioni per il concerto del JazzDay 2019 si affianca ad Aldo Zunino al Contrabbasso, considerato all’unanimità da critici, colleghi e pubblico, uno dei massimi specialisti del proprio strumento oggi attivi sulle scene internazionali, ed il giovanissimo Marcello Repola di Imperia ( classe 1998), diplomato in Jazz con il massimo dei voti al Conservatorio Verdi di Torino, premiato da Franco d’Andrea come miglior musicista in occasione del “Merano Jazz Mittleuropean Academy” 2015 e vincitore del primo premio assoluto all’ “International Percussion Competition” sez. Batteria e “Festival del Ritmo”.
Tessarollo con questo Trio eseguirà un repertorio di seducenti standards che soddisferà il palato del pubblico sia profano che competente.

 Email   WebSite

24 Apr 2019

JAZZ IN PIEMONTE GIORGIO DIAFERIA

Comunicato:
Nasce Jazz in Piemonte, la rete tra locali e festival
E’ nato un nuovo circuito comunicativo che mette insieme alcuni dei più prestigiosi locali dove si suona jazz a Torino. Si chiama Jazz in Piemonte. Lo scopo è far sapere cosa accade a Torino, raccontando concerti rassegne e festival sulla stampa, sui social e su tutto quanto fa informazione.
Non è quindi un’organizzazione di concerti ma un lavoro di informazione, a costo zero, che non entra nel merito della programmazione (di assoluta esclusività dei clubs e delle rassegne aderenti). Ben presto, dicono i promotori, sia grazie all’atteso patrocinio del MIDJ (associazione nazionale musicisti jazz), sia con la richiesta di collaborazione dell’Associazione Nazionale dei Jazz club Italiani, il circuito si dovrebbe allargare. Attualmente prevede su Torino la collaborazion di Cafè Neruda,Tre Bicchieri, Charlie Bird, Mad Dog, Milk,Osteria Rabezzana

Il Jazz club di Alessandria è stato uno dei primi “fuori porta” ad aderire a questa nuova formula, che intende permettere di ospitare musicisti provenienti da altre città o nazioni, grazie ad un circuito di concerti che sia per loro gratificante sia sotto il profilo artistico che economico.

Ma il circuito deve permettere anche una buona pubblicizzazione dei concerti e dei musicisti creando nel contempo interessanti collaborazioni e scambi fra musicisti di altre città e paesi. Tutto per favorirne anche la “crescita” artistica.

La programmazione riprenderà al termine del TJF e durerà sino a giugno, per poi riprendere ad ottobre.

Per info e iscrizioni: jazz.per.to@gmail.com

Segui le attività sulla pagina Fb e sul blog di Jazz in Piemonte

 Email   WebSite

26 Apr 2019

"Parientes " il 16/5 al Teatro Fontana di Andrea Conta

Comunicato:
MILANO - Per il terzo appuntamento dell’AH-UM Milano Jazz Festival è in programma giovedì 16 maggio al Teatro Fontana l’esibizione di Peppe Servillo, Natalio Luis Mangalavite e Javier Girotto (inizio concerto ore 20.30; ingresso 15-20 euro). I tre musicisti, ai quali non difettano estro, capacità interpretativa e voglia di improvvisare, presenteranno il loro ultimo progetto, intitolato “Parientes”, viaggio nei ricordi, nelle persone e nell’immaginario di un popolo migrante che ha dato vita ad un’altra cultura e, nel contempo, ha preservato la propria, portandovi nuova linfa. Un viaggio di andata e ritorno tra Italia ed Argentina che trova le radici più profonde dei due popoli, un andirivieni di note e racconti, autentici microcosmi esistenziali, brulicanti di umanità e vita vera, tra Napoli e Buenos Aires.
“Parientes” è un arco che si tende fra le sponde e nel tempo. Nascono, così, avventure d’amore, ricordi e intrecci sentimentali. Tra una milonga, un tango e una cumbia emergono storie di vita vissuta, racconti di fatiche quotidiane sul filo della legalità, voglia di riscatto e, perché no, anche di tradizioni culinarie da esportare e mantenere come tratto imprescindibile e distintivo di una comunità.
I gruppi familiari, piccoli o grandi che siano, si rivelano custodi di un’umanità unica e universale. I “tanos” (diminutivo di “napoletanos” e, più in generale, appellativo usato per chiamare gli italiani in Argentina) sono diventati andini e viceversa, dando vita al nuovo che sa sempre di antico. Grazie all’intensità delle musiche e a parole pregne di gesti e storie, “Parientes” è per chi tiene il fuoco nell’anima, per chi odia e non lo dice mai, per chi ha l’amore negli occhi e il sole nel petto, ma si limita a ballare la vita con carisma e mistero.

 Email   WebSite

27 Apr 2019

AU/TO: Auand Family invade Torino Auand

Comunicato:
AU/TO: Auand Family invade Torino con la sua musica
Dal 9 all’11 maggio, tre giorni con i più innovativi musicisti della nuova generazione


Cinque concerti in tre giorni per una panoramica sui musicisti più innovativi della nuova generazione: “AU/TO” è la speciale rassegna organizzata da Auand Records a Torino dal 9 all’11 maggio, arricchita anche da brevi eventi collaterali.

In quasi vent’anni, Auand ha guadagnato la reputazione di punto di riferimento nel campo della sperimentazione musicale e del jazz contemporaneo. Una parte della cosiddetta Auand Family arriva nel capoluogo piemontese per questo evento con progetti nuovi o in anteprima.

Tutti gli eventi sono gratuiti. Per l’evento di Francesco Diodati & Yellow Squeeds del 10 maggio a Piazza dei Mestieri è necessaria la prenotazione (gratuita) via email a eventi@piazzadeimestieri.it

AU/TO è organizzato da Auand Records di Marco Valente con la collaborazione di The Mad Dog Social Club, Piazza Dei Mestieri, Off-Topic, Café Des Arts, Circolo Arci Sud, Slow Mood Dischi e Pianeta Musica Mercatino.

Informazioni al 347 6107026.


AU/TO | 9-11 MAGGIO | TORINO

Giovedì 9 maggio | 18 | Slow Mood Dischi
TALK | AUAND & TORINO: un rapporto lungo oltre 10 anni
Con Stefano Risso e Marco Valente

Giovedì 9 maggio | 21:30 | Mad Dog Social Club
LIVE | Massimiliano Milesi | Oofth

Venerdì 10 maggio | 18 | Pianeta Musica Mercatino
TALK | The Auand Real Book | 40 composizioni distribuite gratuitamente
Presentazione libro | Con Andrea Ayassot e Marco Valente

Venerdì 10 maggio | 22 | Piazza dei Mestieri
LIVE | Francesco Diodati & Yellow Squeeds
Prenotazione obbligatoria a eventi@piazzadeimestieri.it

Sabato 11 maggio | 13 | Off-Topic
MOVIE | What is Auand Days?
Proiezione documentario (32 minuti)

Sabato 11 maggio | 14 | Off-Topic
LIVE | EDNA | Jazz Brunch

Sabato 11 maggio | 21 | Café Des Arts
LIVE | PRANK

Sabato 11 maggio | 23 | Circolo Arci Sud
LIVE | Gabrio Baldacci | Solo

 Email   WebSite
.
Mese precedente Mese successivo